GdR della Serata: Savage Worlds

Cos’è il GdR della serata?

     La d7 si propone di ampliare il più possibile la passione del gioco di ruolo, motivo per cui raccoglie e mette a disposizione dei soci tesserati una collezione di manuali dei più vari giochi.  Ma tu, sai cosa c’è in libreria?
Prima che la cosa sfugga di mano, abbiamo deciso di dare una degna presentazione a ciascuno dei nostri manuali! Ogni serata divulgativa, quelle dove invitiamo i master ad arbitrare le loro one shot a chiunque voglia provare i giochi di ruolo per la prima volta, presentiamo uno dei nostri manuali e, se interessa, lo mettiamo a disposizione dei nostri soci tesserati. Potrete così ammirare le splendide illustrazioni e leggiucchiare le regole, finché non fate orecchie alle pagine, dando il loro giusto valore a questi bei tomi.

Il GdR del 31 gennaio: Savage Worlds

Savage Worlds (mondi selvaggi) è un sistema di gioco universale ideato per essere rapido, furioso e selvaggio! Come dice nella propria stessa presentazione. Edito dalla Great White games, in seguito Pinnacle Games dal 2003. Le sue svariate ambientazioni sono il più possibile eterogenee (le ambientazioni selvagge!) e spaziano dallo storico, al fantasy, all’horror, alla fantascienza. Sono riconoscibili dal logo “smiling jack”, che qualunque autore usi questo sistema ha il diritto di apporre sulla copertina della propria ambientazione selvaggia, secondo il sistema di questa licenza “aperta”.
Forse una delle più famose è Ultima Forsan, di Mauro Longo e Giuseppe Rotondo. In pieno Rinascimento, l’Italia di questa ucronia si ritrova invasa dai morti che si rialzano dalle proprie tombe. In questa ambientazione ricca e storicamente dettagliata, scienza e fede si alternano in maniera singolare per affrontare queste creature soprannaturali e studiarle, in modo da permettere all’Uomo di arginare il contagio. Ma diremo di più in un altro articolo…

Sistema di Gioco

Rapido! La creazione del personaggio si sviluppa intorno a un semplice sistema a punti. Chi conosce GURPS (un altro dei più diffusi sistemi di GdR universali) non faticherà a riconoscere l’approccio, che permette ai master o scrittori di nuove ambientazioni di personalizzare moltissimo il loro gioco già in questa fase. Infatti ogni volta che si intende creare un nuovo pregio o difetto, o razza o qualsiasi altro elemento basterà prendere a riferimento un tratto simile dal manuale (nella sua snella Edizione da Battaglia, magari) e sistemare il costo in punti in base alla maggiore o minore potenza stimata.
Furioso! Ogni caratteristica dei personaggi, siano essi giocanti o comprimari, è misurato da un dado diverso; maggiore il massimo del dado, più sviluppata sarà quella caratteristica nel personaggio. Inoltre i personaggi principali (quelli dei giocatori e i loro principali avversari) tireranno anche un d6, il Dado del Destino, sommandolo al Dado di caratteristica. Avremo così un sistema nel quale, nel tentativo di raggiungere un valore soglia predeterminato (ad esempio, 4) o superarlo con più incrementi possibile, si tireranno una manciata di dadi diversi, alternando attacchi, parate, tiri contrapposti e schivate, ciascuna con il suo tiro ognuno diverso! Ma se già così sembra molto colorato e… furioso! Che faccia farai quando ti dirò che per l’iniziativa si estrae una carta da gioco francese?
Brutale! Se nell’iniziativa hai beccato un Jolly, puoi interrompere il turno di un altro giocatore (o degli avversari) e avrai un +2 alle azioni! Se spendi un gettone “benny” (il nome può cambiare in base all’ambientazione, come per gli “oboli” di Ultima Forsan), puoi annullare un attacco o ritirare un dado! E il sangue scorrerà a fiumi, quando un danno superficiale ti renderà scosso (dimezzando il movimento e limitando le azioni), quando vedrai le comparse morire come mosche (un solo punto ferita per loro, che si perde subendo un qualsiasi danno non superficiale o con incremento) o quando ti renderai conto che generalmente con questo sistema… Hai solo tre ferite prima di incontrare il traghettatore. Buona fortuna!

Luca Magorosso L.

 

Annunci